COME FARE IL RESTYLING DEL SITO WEB AZIENDALE. PRECAUZIONI DANNI !! Rifare un sito e ripubblicarlo in maniera sicura senza perdere contatti e clienti
Realizzazione siti tools per webmasters

modenasitiweb.it

SMAE Agenzia Web Marketing Realizzazione ottimizzazione posizionamento siti web internet


 


CONTATTACI Risposte immediate


Il cellulare per essere sempre reperibili POI TELEFONIAMO NOI  al vostro numero fisso
Email viene controllata ogni ora Rispondiamo entro 1 ora

Il mio stato

Sia per informazioni che per assistenza La nostra filosofia è farci trovare sempre dai nostri clienti


Facebook  Aggiungi Agenzia Web Smae sul tuo Facebook

Restyling di un sito aziendale: conservativo e migliorativo
Danno da restyling del sito

Due sono gli scenari

  • sito che non ha mai portato contatti e business (effettuare un restyling migliorativo sullo stesso dominio o cambiando anche dominio)
  • sito che porta contatti e clienti (effettuare un restyling conservativo e migliorativo contemporaneamente, sullo stesso dominio o con cambio anche di dominio)


Cosa fare prima del restyling (sito non in business):

In questo caso l'unica precauzione è quella di fare un restyling migliorativo cercando di ottimizare il sito e la sua link popularity fare le opportune strategie di marketing. Non ci sono particolari problemi perchè il sito sarà con pagine e contenuti assolutamente nuove e originali.

Quando il nuovo sito aziendale è pronto si cancella il vecchio dal server e si sotituisce col nuovo.

Nella prima fase le pagine vecchie rimangono negli indici di google generando degli errori 404 e possamo

  1. lasciare che piano piano scompaiano dagli indici senza gestire i 404
  2. impostare una gestione dei 404 reindirizzandoli verso il sito nuovo

Cosa fare prima del restyling (Sito in business):
Il punto sul valore del sito

  1. Usare software per l'analisi del posizionamento: Con quali frasi mi faccio trovare fra i primi 10 nelle ricerche
    (questi dati sono utili e possono essere ottenuti solo se il sito è negli indici di Google)
    bisogna avere a disposizione un report dettagliato dei posizionamenti che il sito ottiene nelle ricerche sul motore goole - SERP- (sito in italiano su google.it ecc.).
    Questo report deve testare le frasi più importanti (es. "produzione espositori" ) ma anche quelle secondarie o settoriali (es. "produzione espositori plexiglas")
    Un software gratis (Free Monitor for Google)
    Un software a pagamento (Seo Studio)
  2. Facciamoci aiutare da Google Analytics: Chi ci visita, con quali parole, su quali pagine arriva e quante visite ha il sito.
    (Questi dati sono disponibili e utili solo se le statistiche di Analytics sono attive nel sito da vario tempo)
    devo analizzare nelle statistiche che il sito sicuramente ha attive (possibilmente statistiche google Analytics) tutte le voci relative alle
    Sorgenti di traffico --> Tutte le sorgenti di traffico
    Sorgenti di traffico --> Parole chiave
    Contenuti --> Pagine di destinazione principali
    Visitatori -->Panoramica



    Sorgenti di traffico

    Parole chiave

    Pagine visitate

    Visite mensili


  3. Facciamoci aiutare dagli strumenti per webmasters di Google: Quali sono i link verso le varie pagine del sito,
    ( Questo strumento monitorizza il tuo sito dal momento che viene indicizzato da Google e i dati li puoi vedere quando vuoi iscrivendolo ai webmasters tools)
    Se il sito è monitorato tramite gli strumenti per webmaster (http://www.google.it/webmasters attenzione questi dati sono tenuti sempre aggiornati da Google e iscrivendoci possiamo vederli ed analizzarli)
    LINK verso il sito e verso le pagine


    Elenco dei link per pagina che rimandano al tuo sito


    Istruzioni di Google sull'uso del 301


  4. Analisi della resa media in contatti e fatturato: Quanto rende il sito
    (questa analisi dovrebbe basarsi sia sui contatti dell'ultimo anno ricevuti tramite email, che sono più facilmente documentabili, che quelli telefonici)
    Si consiglia di raccogliere esclusivamente i contatti nuovi provenienti esclusivamente dal sito in forma tabulare


    Mese/Anno Tot. . contatti email Media Contatti email /giorno Tot contatti telef Media contatti tel/giorno Fatturato derivante mese/anno Fatturato derivante Media giorno/mese
    luglio 147 4,9 26 0,87 148.000 € 4.950 €
    2010 1764 4,9 312 0,87 1.766.000 € 148.000 €
    Dati reali di un cliente
  5. Gestione voci del contratto di restyling: Il sito non deve perdere posizionamenti e contatti
    Ottenere nel contratto di restyling la dicitura Restyling conservativo con gestione della transizione senza perdita di contatti e con uso del redirect 301 come consigliato da Google

 

TUTTI QUESTI DATI VANNO DOCUMENTATI (possono servire nel caso di contestazioni o di procedure di recupero dei danni subiti)

 

Il restyling conservativo e migliorativo del sito web aziendale
(htaccess 301 e 404):

Se il restyling prevede il passaggio da una piattaforma ad altra (sito in HTML che passa a sito in ASP o PHP ) allora l'attenzione sarà massima

Fatto il punto sul valore del sito si realizza la nuova versione del sito facendo attenzione a migliorare tutti gli aspetti carenti sia di ottimizzazione che di marketing, quando la versione del sito è completa si procede alla pubblicazione e all'attuazione della strategia di transizione.

  1. Il file .htaccess col redirect 301. Funziona sempre, salva Page Rank e Posizionamenti (visibilità e contatti)
    Uso del file .htaccess sul server per poter reidirizzare tutte le pagine del vecchio sito con un redirect 301 (risorsa mossa permanentemente) verso le corrispondenti pagine del nuovo sito.
    1. Questa operazione va fatta almeno per le pagine del vecchio sito che avevano molte visite
    2. per tutte le pagine che ottenevano posizionamenti fra i primi 10 risultati delle ricerche su Google anche con poche visite .
    3. per tutte le pagine che avevano backlink importanti o numerosi
    4. Se il sito non era di dimensioni esagerate risulta conveniente farla per tutte le pagine
      Il tempo per realizzare questa strategia è molto limitato ed è legato alle dimensioni del sito vecchio
  2. Le pagine orfane. Attenzione ai duplicati, salva Page Rank e Posizionamenti (visibilità e contatti)
    Una strategia che richiede più tempo ma che funziona altrettanto bene e quella di salvare le pagine meglio posizionate del sito vecchio mantenendole sul server, togliere tutti i link presenti verso il sito vecchio, aggiungere un link verso il dominio se non presente con la dicitura visita il nuovo sito e mantenere le pagine orfane posizionate nelle SERP per tutto il tempo che Google metterà per rimuoverle.
    Naturalmente in questo caso le pagine vecchie non devono avere delle corrispondenti pagine esattamente identiche come contenuto, presenti nel sito nuovo altrimenti creo dei duplicati e devo utilizzare un'altra strategia.
    Al passar del tempo le pagine orfane perdono la loro forza
  3. La gestione della Link Popularity. Spesso impossibile da gestire
    Salvare il patrimonio di link che arrivavano alla home e alle pagine interne del sito vecchio è l'operazione più lunga, importante e delicata del restyling.
    1. Mantenendo gli URL più importanti. Se il sito vecchio aveva una consistente link popularity bisogna fare un bilancio di convenienza perchè a volte è meglio tenere gli URL piu importanti del sito vecchio ( e cambiare solo i contenuti delle pagine) piuttosto che dover contattare ogni sito che ci manda un link per chiedere di riscriverlo. Mantenendo gli URL manteniamo anche la link popularity relativa senza fare interventi
      es.
      sito vecchio dominio/produz-motorini-elettrici.html
      sito nuovo dominio/produz-motorini-elettrici.html
    2. Riscrivendo tutti gli URL delle pagine del sito. Se il sito vecchio aveva una consistente link popularity allora diventa necessario contattare i siti più importanti per chiedere aggiornamento del link (operazione rischiosa delicata e spesso inefficiente perchè richiede tempo da parte dei webmasters che solitamente non sono propensi a dedicarci tempo gratuitamente. Va gestita con una strategia)
      es.
      sito vecchio dominio/produz-motorini-elettrici.html
      sito nuovo dominio/produzione-motorini-elettrici.html

 

Esempio di danno da restyling di un sito aziendale
(gestendo solo gli error 404 page not found):

Un esempio reale con effetti devastanti da restyling non conservativo

  Prima del restyling Dopo il restyling
media contatti email al giorno 18 6
media contatti telefonici al giorno 6 2
fatturato media giornaliera 15.000 5000
( Tabella di comparazione dei contatti nuovi provenienti dal sito in fase di restilyng )

Ipotizzando un 20% di guadagno( circa 3.000 € al giorno col sito vecchio e 1.000 al giorno col sito nuovo dopo il restyling) il cliente in due mesi di questo restyling ha avuto un danno di mancati incassi superiore ai 100.000.

Dall'analisi fatta risultava che era stato pubblicato il sito nuovo senza gestire la transizione, cancellando il vecchio sito dal server e gestendo i 404 (risorsa non disponibile) reindirizzandoli su una unica pagina del sito nuovo.
Nessuna politica conservativa era stata fatta ne con uso dei 301 ne con altri sistemi (POCHE ORE DI LAVORO)

Il restyling era comunque migliorativo e quindi si ha in previsione di rientrare e superare i dati del sito vecchio ma intanto questo sito nuovo è venuto a costare più di 100.000 Euro.

 

Servizio"Restyling"
Rifare il sito è un momento importante.

(gratis vuol dire che un esperto analizza il tuo sito e ti
dice quale strategia usare per il restyling)

IL CONSIGLIO DI UN ESPERTO
TI SARA' SICURAMENTE UTILE

Vuoi sapere se il tuo sito necessita di Restyling Conservativo e/o migliorativo?
Consulenza gratis

Il tuo sito http://
La tua_email
Il tuo nome
**Attenzione questo servizio è rivolto esclusivamente a siti aziendali Non vengono analizzati siti personali, siti ospitati gratis, blog, ecc